Sommario Informazioni Svolgimento Risultati
Centri Saperne di più Ringraziamento Links
Area per operatori sanitari Area riservata

Gentili famiglie, avete partecipato nei mesi scorsi ad un importante studio internazionale sulla salute nell'infanzia e l'ambiente, denominato SIDRIA - 2 fase.

Desideriamo ringraziarvi sentitamente per la grandissima adesione al progetto che avete manifestato. Grazie alla vostra collaborazione, saremo in grado di ottenere risultati validi che ci aiuteranno a descrivere la diffusione e l'andamento delle malattie respiratorie ed allergiche in età giovanile, ed a meglio comprendere i fattori importanti per la loro prevenzione.

Sarà nostra cura tenere informate dei risultati e della evoluzione dello studio le scuole in cui si è svolto il rilevamento. Ulteriori informazioni potranno essere reperite via via su questo sito o tramite gli operatori che hanno collaborato alla realizzazione dell'indagine nella vostra zona.

La rilevazione dei dati è stata condotta con questionari standardizzati, mirati ad indagare lo stato di salute dei bambini, le loro condizioni socio-economiche, le abitudini di vita e l'esposizione a possibili fattori di rischio per le malattie respiratorie. Non si sono osservate particolari differenze nella prevalenza di asma e dei disturbi allergici tra le varie aree geografiche italiane, anche se la diagnosi di asma è risultata lievemente più elevata nelle regioni centrali (Lazio e Toscana). I disturbi asmatici e la dermatite atopica sono risultati meno frequenti tra le famiglie di più basso livello socio-economico; questa osservazione è coerente con quanto già segnalato in letteratura, e merita ulteriori approfondimenti analitici.

Sia tra i bambini che tra i ragazzi, la presenza nella camera da letto di macchie di umidità o muffe, 8attuali o nel primo anno di vita, è risultata consistentemente associata ad un maggior rischio di asma e sintomi asmatici attuali e nei primi anni di vita, ma anche a sintomi di tosse e catarro. Anche in questo caso i nostri risultati confermano alcuni recenti dati di letteratura che suggeriscono come l'esposizione a muffe non sia solo un importante fattore di rischio per lo sviluppo di asma atopico, ma come le muffe possano condizionare.

Noi ci atteniamo allo

standard HONcode per informazioni sulla salute degne di fiducia:

verifica qui.

Ultima modifica: 9 Novembre 2007